La nostra è una Chiesa battista!

E Gesù parlò loro dicendo : “Io sono la Luce del Mondo ; chi mi segue non camminerà nelle tenebre ma avrà la luce della vita”

La nostra è una chiesa evangelica battista. Il nome ci è dato dal fatto che noi battezziamo soltanto coloro che hanno creduto ed hanno risposto di sì all’amore di Dio.
I primi cristiani avevano come segni di riconoscimento tre semplici gesti: la lettura e il commento della Bibbia, la cena del Signore e il battesimo. Nella Bibbia leggevano la storia di Dio liberatore. Dio libera l’uomo e la donna da ogni forma di schiavitù, di paura e di oppressione. La cena del Signore era, per le chiese primitive, un momento di condivisione dell’amore di Dio che si era manifestato nella vita, nella morte e nella risurrezione di Gesù Cristo. Con il battesimo, i primicristiani, si immergevano completamente nell’acqua per annunciare pubblicamente l’avvenuta liberazione dal potere della morte e il desiderio di diventare discepoli di Gesù Cristo nel mondo.
I battisti vollero ristabilire l’originario significato di questi tre segni. E’ all’inizio del XVII secolo, in Inghilterra, la data di nascita delle chiese battiste. I primi uomini e le prime donne che diedero vita a queste nuove comunità, si fondavano su questi tre semplici gesti: leggere la Bibbia, celebrare la cena del Signore e amministrare il battesimo dei credenti. Eppure non era semplice in quel tempo sceglier liberamente la propria fede. Lo Stato e la Chiesa erano due poteri assoluti che si sostenevano a vicenda: la fede era imposta dalla nascita attraverso il braccio armato dello Stato. I battisti si batterono per la libertà di coscienza, per la tolleranza, per la libertà religiosa. Oggi vogliono continuare a difendere la libertà di ciascuno, i diritti di ogni uomo e di ogni donna, ma soprattutto vogliono continuare ad annunciare Gesù Cristo come il Signore e il Salvatore.